Enciclopedia delle armi - a cura di Edoardo Mori
    torna indietro
 

Home > Banca dati armi e armieri - Pagina iniziale

back

BANCA DATI DI ARMI ED ARMIERI

| A | B | C | D | E | F | G | H | I | J | K | L | M | N | O | P | Q | R | S | T | U | V | W | X | Y | Z |

B

Baar
H., Armiere  del Belgio, 1889
Baar-Gervalle
L., Armiere  del Belgio, 1889
Babe
Eugène,  Armiere  del Belgio, 1890
Baby
Revolver del belga Edouard Schroeder,  1903
Badile - (Farnesa)
Maffeo, Armiere italiano,   Brescia, 1660
Bailly
L.N., Armiere  del Belgio, 1889
Bailly
Walthère, Inventore del Belgio, 1886
Baiwir
Francois, Fabbricante di canne del Belgio, 1914-
Baiwir-Neuray
L., Armiere  del Belgio, 1889
Balaes
G., Armiere  del Belgio, 1889
Baldassare
Giovanni, Armiere italiano,   Firenze, 1495
Baldi (Baldini)
Pietro Paolo, Armiere italiano,   Roma, 1790
Baldi
Lodovico, Armiere italiano,   Roma, 1715
Balesini
Giovanni, Armiere italiano,   Mantova, 1591
Baltus-Wilmotte
Fabbricante di canne del Belgio, 1914
Balucante (anche Balugante o Balucani)
Giuseppe, Armiere italiano,   Roma, 1782
Banchi
G., Armiere italiano,   Brescia, 1790
Banfi
Ercole, Armiere italiano,   Milano, 1614
Banner
F., Armiere italiano,   Napoli, 1800
Banti
Domenico, Armiere italiano,   Roma, 1697
Baptista
Armiere italiano,   Roma, 1574
Baptiste
Jean, Armiere  del Belgio, 1888
Baptiste
Louis, Armiere  del Belgio Inventore del Belgio, 1913
Bar
J.F., Inventore del Belgio, 1868
Baras-Bernard
Joseph, Armiere  del Belgio, 1897
Baratelli
Agostino, Varese, 1700
Barbagli
Angostino, forse di Brescia, 18° sec.
Barbette-Legrand
S., Graveur, 1889
Barbier-Fontaine
H., Armiere  del Belgio, 1889
Barbieri
Armiere italiano,   Piacenza, 1848
Barbuti (Barbuto)
Antonio,  Armiere italiano,  Sardegna, 1740
Barbuti (Barbuto)
Giacomo, Armiere italiano,   Napoli,  1760
Bardino
Juan, Armiere italiano,   Firenze, 1640
Bare
Charles, Fabbricante di armi del Belgio, 1876
Bare
M., Armiere del Belgio, 1949
Bare-Boulboulle
J, Armiere del Belgio, 1889
Barella
Heinrich, , 1886
Baria
Armiere italiano,   Firenze, 18° sec.
Baron
Emile, Armiere del Belgio e Inventore del Belgio, 1890-1920
Baronchelli Emilio
Armiere italiano, esistente dal 1960
Baron-Wathelet
l., Armiere del Belgio, 1890
Barre
C., Fabbricante di armi del Belgio, 1889
Bartoli
Luigi, Armiere italiano,   Roma, 1829
Bartolotti
Gio Matteo, Armiere italiano,   Roma, 1594

Baschieri e Pellagri
Industria italiana leader nella produzione di cartucce da caccia e tiro.
L'idea di fabbricare, per la prima volta in Italia, una polvere da sparo "senza fumo" (la famosissima Acapnia) venne, nel 1885, ad un cacciatore laureato in chimica: Guido Pellagri, mentre Settimio Baschieri, proprietario di un terreno a Marano di Castenaso (BO), capì l'importanza della scoperta. Nacque così una società che fu anche una meravigliosa avventura tecnica, economica e sportiva.
Pellagri lasciò poi la conduzione della fabbrica al solo Baschieri, la cui figlia Maria aveva sposato Ulisse Manfredi (un eccellente tiravolista) e dei Manfredi la "Spulvrira" (come è chiamata localmente in dialetto) rimase per tre generazioni. Nel 1999 la quota di maggioranza delle azioni è stata venduta alla famiglia di imprenditori forlivesi Cimatti Ghini. Nel 2010 la B&P ha 115 dipendenti, un fatturato di 40 milioni, vende 235 tonnellate di polvere da sparo e 130 milioni di cartucce da caccia e tiro.

Basinetti
Marcantonio, Armiere italiano,   Brescia, 1720
Basone
Bernadi, forse di Brescia, 1715
Bassini
Giovan Battista, Armiere italiano,   Gardone V.T. (BS), 1780
Bassotti Attilio
Armiere italiano, esistente dopo II G.M. 
Bastin
F.lli, Vari armieri, 1847-1958
Bastone
Giovanni Battista, Armiere italiano,   Firenze, 1666
Batacchi
Armiere italiano,   Brescia, 1780 -1820 (grosso fabbricante)
Bataille
J., Armiere del Belgio, 1903
Bataille-Magnee
J., Armiere del Belgio, 1889
Battarelli
Giuseppe, Armiere italiano,   Roma, 1742
Battazanti
Armiere italiano,   Brescia, 1680
Battice
Olivier, Armiere del Belgio e Inventore del Belgio, 1854
Battista (Baptista)
Michele, Armiere italiano,   Napoli, 1760 -1790 (Fabbrica Reale di Napoli e poi a Madrid come Miguel Battista) 
Battista
Armiere italiano,   Mantova, 1796
Battista
Domenico, Armiere italiano,   Napoli, 1828
Battista
Giovanni, Armiere italiano,   Magona (Toscana), 1796 
Battiza (Battizanetti)
Giovanni, Armiere italiano,   Brescia, 1665
Baudon
Eugène, Armiere e Inventore del Belgio, 1855-1876
Baumann
Emile, Armiere del Belgio, 1904
Bayard
Jacques, Armiere del Belgio, 1850
Bayard Arms C°
Marchio del fabbricante belga Henri Pieper,  1892-1898
Bayard
Marchio della fabbrica belga Pieper Aciens établissements,  1910
Bayet Frères
Fabricants d'armes, 1860-1873

Bayle Charles
 Inventore francese di una pistola da palmo ultrapiatta, detta pistole-portefeuille (wallet pistol in inglese), brevettata in Francia il 26 luglio 1879. Detta anche la Mitrailleuse de poche; molto rara. Era a 6 colpi in calibro 5 mm francese, a doppia azione.
Bayle

Bazzana Paolo
Armiere italiano, esistente dopo II G.M. 
Bazzaroni
Antonio, Armiere italiano,   Roma, 1738
Bazzi
Giovanni, forse di Brescia, 1700
Bazzone
Bernardi, Armiere italiano,   Gardone V.T. (BS), 1660
Bebelman
Armiere del Belgio, 1920
Beccalossi
Armiere italiano,   Brescia, 1794
Becker Frères
Armiere del Belgio, 1860
Beckers
Visiteur d'armes, 1889
Beghelli Giancarlo
Armiere italiano, esistente dopo il 1960 a Verona
Belano
Alberto, Armiere italiano,   Milano, 1678
Belfiglio
Claudio, Armiere italiano,   Roma, 1634
Belladonna Tersilio
Armiere italiano dal 1960 a di Perugia. 
Bellagamba
Alessandro, Armiere italiano,   Roma, 1759
Bellagamba
Giovanni, Armiere italiano,   Roma, 1775
Belleri Angelo
Armiere italiano dal 1970 a Marcheno (BS)
Belleri Maria
Armiere italiano dal 1960
Belli
Luca, forse di Brescia, 1600
Belli
Piero, Armiere italiano,   Brescia, 1632
Bellino
Pietro Francesco, Armiere italiano,   Milano, 1666
Belloni
Armiere italiano,   Gardone V.T. (BS), 18° sec.
Belloni
Diego, Armiere italiano,   Gardone V.T. (BS), 1620
Bellotti (Bellotto)
Gerolamo, Armiere italiano,   Milano, 1666
Bellotti
Francesco, Armiere italiano,   Milano, 1655
Bellotti
Gerolamo, Armiere italiano,   Milano, 1666
Bellotto
Giacomo, Armiere italiano,   Milano, 1674
Belotti
A., Armiere italiano,   Brescia, 1800
Beltrami
Bernardo, Armiere italiano,   Brescia, fine 18° sec.
Benalia
Giovanni Battista, Armiere italiano,   Roma, 1615
Benedetti
Armiere italiano,   Roma, 1612
Benedetti
Gironimo, Armiere italiano,   Roma, 1696
Benedetti
Giuliano, Armiere italiano,   Roma, 1694
Benelli Giovanni
Armiere italiano esistente  a Urbino dal 1967
Benerabe (Benerè)
Carlo, Armiere italiano,   Milano, 1666
Benetti Andrea
Armiere italiano, esistente dal 1958
Benetti Isidoro
Armiere italiano, esistente daò 1955
Benzone
Giacomo, Armiere italiano,   Mantova, 1525
Berain
Armiere italiano,   Torino, 1700
Bercia
Claudio, Armiere italiano,   Brescia, 18° sec.
Beretta (Baretta)
Lorenzo, Armiere italiano,   Milano, 1666
Beretta Pietro
Armiere italiano Gardone V.T. 1526,
Beretta Spa§
Armiere italiano dal 1968 a Gardone VT
Beretta
Antonio I, Armiere italiano,   Brescia e Gardone V.T. (BS), 1840
Beretta
Antonio II, Armiere italiano,   Brescia e Gardone V.T. (BS), 1848
Beretta
Carlo Federico, Armiere italiano,   Milano, 1673
Beretta
Claudio, Armiere italiano,   Gardone V.T. (BS), 1580
Beretta
Francesco, Armiere italiano,   Milano, 18° sec.
Beretta
Francino, Armiere italiano,   Brescia, 1820,  fabbrica d'armi
Beretta
Giacomo, Armiere italiano,   Gardone V.T. (BS), 18/19° sec.
Beretta
Gio (vanni), Armiere italiano,   Brescia e Gardone V.T. (BS),  1750
Beretta
Giovanni, Armiere italiano,   Brescia e Gardone V.T. (BS), 1641
Beretta
Giulio, Armiere italiano,   Gardone V.T. (BS), 1857
Beretta
Giuseppe, Armiere italiano,   Brescia e Gardone V.T. (BS),  1840 -1903 (fabbrica Beretta)
Beretta
Michelangelo, Armiere italiano,   Milano, 1709
Beretta
Pietro Giuseppe, Armiere italiano,   Gardone V.T. (BS), 1680 -1732; anche solo Pietro Beretta
Beretta
Pietro I, Armiere italiano,   Gardone V.T. (BS), 1791-1860
Beretta
Pietro II, Armiere italiano,   Gardone V.T. (BS), figlio di Giuseppe,  1870 -1957
Bergamini
Giorgio, Armiere italiano,   Venezia, 1592
Bergamini
Giovanni Maria, Armiere italiano,   Venezia, 1621

Bergmann munizioni ??

Bergmann n. 2
 Pistola di piccolo calibro costruita da Schmeisser per T. Bergmann. Era in cal. 5 mm senza collarino e scanalatura con bossolo conico; in seguito con scanalatura per l'espulsore.
Bergonze
Giovanni Battista, Armiere italiano,   Brescia, 1670
Berino
Carlo Francesco, Armiere italiano,   Milano, 1756
Beriola
Antonio, Armiere italiano,   Gardone V.T. (BS), 1726
Berleur
Guillaume, Armiere del Belgio e Inventore del Belgio, 1780- 1826
Berlingero
Gerolamo, Armiere italiano,   Milano, 1666
Berlingero
Giuseppe, Armiere italiano,   Milano, 1702

Berloque
Miniatura di pistola a salve a colpo singolo, canna basculante, creata verso il 1920 in Germania. E' lunga 36  mm e usa capsulette di rame cal. 2 mm, con fulminato di mercurio, percussione a spillo. Un tempo recava anche un piccolo pallino di piombo. Sulla lamina del calcio spesso arabeschi o figure (ad es. un coniglio). Un modello tedesco era chiamato “Maus”. Di semplice fabbricazione venne prodotta in vari paesi con poche modifiche. Esiste un modello a due canne affiancate che sparano contemporaneamente, fatto da Charles Metrebian. In Austria venne prodotto un fucilino Berloque. Vedi anche Mini revolver.
Il nome è un ibrido franco-tedesco. In francese un ciondolo si chiama "breloque", parola che in tedesco è divenuta "Berlock". Il creatore della pistola ha francesizzato la parola tedesca in Berloque!

BerloqueBerloque
Berloque rifle

Bernard & Cie
Armiere del Belgio, 1900-1935
Bernard Armes
Armiere del Belgio, 1942
Bernard
A., Canne damasco,  Belgio, 1855
Bernard
Ernest, Armiere del Belgio, 1864
Bernard
J.P., Armiere del Belgio, 1852
Bernard
S.J., Fabbricante di armi del Belgio, 1866
Bernard
Victor, Armiere del Belgio e Inventore del Belgio, 1872
Bernardelli Leonida
Armiere italiano, dal 1958 
Bernardelli Pietro
Armiere italiano, esistente dopo il 1958
Bernardelli Vincenzo
Gardone V.T. 1721, esistente dopo II G.M. 
Bernardelli
Domenico, Armiere italiano,   Roma, 1649
Bernardelli
Vincenzo, Armiere italiano,   Brescia, 1800 -1865 (fabbrica di fucili da caccia)
Bernardi
Tommaso, Armiere italiano,   Brescia, 1487
Bernardino
Armiere italiano,   Roma, 1606
Bernasconi
Gio Gasparo, Armiere italiano,   Roma, 1715

Bernedo
 Victor Bernedo era un armiere di Eibar che produsse pistole tipo Ruby  cal 7,65 per l'esercito francese durante la prima guerra GM. Le pistole recavano il codice VB; vi sono anche armi (in particolare una pistola semiaut. cal. 6,35) con il nome Vincenzo Bernedo. Si ipotizza fosse il figlio o il fratello di Victor.

 

Bernimolin & Cap
Fabbricante di armi del Belgio, 1882
Bernimolin & Cie
Fabbricante di armi del Belgio, 1845
Bernimolin
Nicolas, Armiere del Belgio e Inventore del Belgio, 1843
Bernimolin
Victor, Armiere del Belgio e Inventore del Belgio, 1879
Berrier
L. J., Armiere del Belgio, 1889
Berselli (Borselli)
Giacomo, Armiere italiano,   Roma, 1670
Berselli
Francesco, Armiere italiano,   Roma e Bologna, 1680
Bertani (Bertari)
Ventura, Armiere italiano,   Gardone V.T. (BS), 1680
Bertelli
Marcantonio, Armiere italiano,   Brescia, 1630
Bertola Aldo
Armiere italiano dal 1960
Bertho-Leclercq
J., Incisore del Belgio, 1889
Bertinelli, Gio (vanni), Armiere italiano,   Roma, 1630
Bertinetti, , Armiere italiano,   Torino, 1800
Bertocchi
Grazio, Armiere italiano,   Brescia, 1574
Bertoglio
Giovanni Maria, Armiere italiano,   Gardone V.T. (BS), 1626
Bertoglio
Giuseppe, Armiere italiano,   Gardone V.T. (BS), 18/19° sec.
Bertoglio
Sante, Armiere italiano,   Gardone V.T. (BS), 1678
Bertola Aldo
Armiere italiano, esistente dopo II G.M. 
Bertoldo
Giovanni, Armiere italiano,   Roma, 1847; generale inventore dell'omonimo sistema per il Vetterli marina
Bertole
Girolamo, Armiere italiano,   Roma, 1694
Bertolio
Onofrio, forse di Brescia, 1600
Bertolio
Sante, Armiere italiano,   Brescia, 1589
Bertrand, Antoine e Fils, Fabbricante di armi del Belgio, 1886-1900
Bertrand, Joseph, Fabbricante di armi del Belgio, 1880-1930
Bertrand F.
Joseph, Fabbricante di armi del Belgio, 1985
Bertrand, Servais, Armiere del Belgio e Inventore del Belgio del Belgio, 1871
Bertrand
F. (Hubert F.), Armiere del Belgio e Inventore del Belgio, 1861
Bertuzzi Remigio
Armiere italiano dal 1968 a Gardone VT. 
Bertuzzi Elia
Armiere italiano, esistente dal 1950  
Bertuzzi Giuliia & Figlio
Armiere italiano, esistente dopo II G.M. 
Bertuzzi Nicola
Armiere italiano, esistente dopo il 1955  
Bertuzzi Remigio
Gardone VT 1968, esistente dopo II G.M. 
Besancon
J., Armiere del Belgio, 1889
Beschi Mario
Armiere italiano dal 1965, fino a 1990 circa a Gardone VT
Bessens
Jean, Armiere del Belgio, 1859
Best Shot
Marchio di Dassy Théodore (Belgio, 1903)
Betoni
Francesco, Armiere italiano,   Brescia, 1700  
Betti
Benedetto, Armiere italiano,   Roma, 1628
Bettinzoli Tarcisio
Armiere italiano, dal 1970
Bettonville-Fontaine
C., Armiere del Belgio, 1889
Beuer
Carlo, Armiere italiano,   Milano, 1666
Beuret Frères
Fabricants d'armes, 1836
Biamo
Antonio, Armiere italiano,   Milano, 1666
Biamo
Carlo, Armiere italiano,   Milano, 1670
Biamo
Pietro, Armiere italiano,   Milano, 1673
Biancardi
Giovanni Antonio, Armiere italiano,   Milano, 1531 (famoso)
Bianchi
E., Armiere italiano,   Gardone V.T. (BS), 1690
Bianchi
Francesco, Armiere italiano,   Gardone V.T. (BS), 1670
Bianchi
Giorgio, Armiere italiano,   Gardone V.T. (BS), 1698
Bianchi
Giuseppe, Armiere italiano,   Gardone V.T. (BS), 1740
Bianchi
Pietro, Armiere italiano,   Roma, 16° sec.
Bianchini
Francesco, Armiere italiano,   Roma, 1758
Bianco
Franco (Francesco), Armiere italiano,   Brescia, 1675
Bianco
Giovanni, forse di Brescia, 1725
Bianco
Giuseppe, Armiere italiano,   Brescia, 17° sec.
Bìaujìan
Armiere del Belgio, 1889
Bidlot
N.J., Armiere del Belgio, 1889
Bidlot-Mathy
J., Armiere del Belgio, 1889
Bierna-Lebon
Armiere del Belgio, 1889
Bignotti Giovanni
Armiere italiano, esistente dopo1960 
Bigoni
Diego, Armiere italiano,   Gardone V.T. (BS), 1725 (incisore)
Bigoni
Francesco, Armiere italiano,   Brescia, 1680
Bigoni
Franco, Armiere italiano,   Brescia, 1740
Bilak
Martin, Armiere del Belgio, 1919-1946
Bilia
Antonio, Armiere italiano,   Roma, 1503
Bisceglia
Alfonso, Armiere italiano,   Napoli, 1834
Bischop
Pierre, Fabbricante di armi del Belgio, 1890
Bischops
Pierre, Fabbricante di armi del Belgio, 1871
Bisoni
Antonio, Armiere italiano,   Roma, 1731
Bisoni
Marco, Armiere italiano,   Roma, 1595
Bisschop
Leon, Armiere del Belgio, 1907
Bisschop
Pierre Joseph, Armiere del Belgio, 1885
Bisschop-Delsupexhe
Pierre, Armiere del Belgio, 1904
Bisso Mario
Armiere italiano, esistente dopo II G.M. 
Bittiner
Carl, Fabbricante di armi del Belgio, 1902
Biumo (Bonia)
Luigi, Armiere italiano,   Milano, 1702
Biumo
Antonio, Armiere italiano,   Milano, 1666
Biumo
Carlo, Armiere italiano,   Milano, 1660
Biumo
Pietro, Armiere italiano,   Milano, 1670
Blankart
Francois, Armiere del Belgio, 1858
Blanquet
Jean Baptiste, Armiere del Belgio, 1868
Bled
Edouard, Armiere del Belgio e Inventore del Belgio, 1882
Bochi
Giacomo, Armiere italiano,   Brescia, 1739
Bodet
Toussaint, Armiere del Belgio e Inventore del Belgio, 1866
Bodson
Auguste, Armiere del Belgio, 1914
Bodson
Fernand, Armiere del Belgio, 1926
Bodson
Michel, Armiere del Belgio, 1903-1910
Bodson
Nicolas, Armiere del Belgio, 1870- 1937
Bodson
Pamphile, Armiere del Belgio, 1887
Bodson
Toussaint, Armiere del Belgio, 1923
Boia (il Boia)
M., Armiere italiano,   Brescia, 1590
Boileau
J., Armiere del Belgio, 1889
Boinem
J., Armiere del Belgio, 1889
Boinem-Gregoire< , A., Armiere del Belgio, 1889
Boinem-Tixhon <, , Armiere del Belgio, 1889
Bolis Battista
Armiere italiano, dal 1960
Bolis M. Aberto - Armi SILMA snc, Zanano di Sarezzo 1971, dal 1971
Bolland
Henri, Inventore del Belgio, 1919
Bollaud
J., Armiere del Belgio, 1889
Bologna Angelo
Armiere italiano, esistente dopo il 1950
Bologne , A., Armiere del Belgio, 1877
Bologne
N., Armiere del Belgio  e Inventore del Belgio, 1870
Bolognini Bruno
Armiere italiano, da 1960  
Bolognini Giovanni
Armiere italiano, dal 1958
Bolsee
B., Armiere del Belgio, 1889 

Bomba a mano a gas, francese
 I GM, pesava circa 400 grammi e conteneva cloroacetone e acroleina (inizialmente anche estere acetico del bromo). L’accensione era per frizione a a strappo con un tempo di ritardo di 7 sec.


Bomba a mano francese

Bomba a mano francese
a bastone, I GM. Ha un telo di impennatura e scoppia all'impatto come quella rumena. La vite di sicurezza è bloccata da un perno; togliendolo si avvita la vite fino a liberarla. Sulla punta una elichetta che dovrebbe aumentare la velocità di caduta (e invece la rallenta!)


bomba a mano francese

Bomba a mano inglese
a bastone Mark 1, I GM. E' la più lunga raggiungendo i 55,3 cm; era quindi troppo lunga per l'impiego in trincea! Si tenga presente che nella I GM l'esercito inglese usò ben 25 tipi diversi di bombe a mano. L'impugnatura reca un nastro con funzione di impennatura perché la bomba doveva cadere di punta per azionare il percussore posto al vertice. L'elemento di ferro destinato a frammentarsi era posto ad anello attorno al corpo di ottone. L'esplosivo era formato da oltre 4 once di Liddite. La sicura era costituita da un perno infilato entro il cappuccio al vertice e che veniva estratto tirando un anello laterale di cordino. 

Bomba a mano inglese

Bomba a mano inglese
a pera, I GM. Per utilizzarla si toglieva la capsula di protezione del percussore e si batteva il percussore con forza contro un oggetto duro; si innescava così la miccia  che bruciava per circa 5 secondi emettendo un filo di fumo.

Bomba a mano inglese

Bomba a mano inglese
 ad uovo, I GM. Percussore e detonatore sono contenuti in una unità avvitata dal basso. Si aziona estraendo  la spina di sicurezza che blocca la leva. La miccia ha una durata di 2-3 secondi.
bomba  a mano inglese

Bomba a mano Martin-Hale
Ideata pocco prima dela I GM e usata da inglesi e americani, E' formata da un tubo di ottone del diametro di 45 mm con un anello di acciaio preintagliato.Conteneva 140 gr. di dinamite o di Tonite (cotone fulminante + salnitro). Se cadeva su terreno morbido o in acqua non esplodeva.

Martin-Hale

Bomba a mano rumena
 a bastone. I GM. Viene lanciata tenendo la cordina lunga 4 metri che poi sgancia la sicura. La zavorra fa cadere la bomba perpendicolarmente e il percussore viene spinto contro l'innesco.
bomba a mano rumena

Bomba a mano russa
 I GM. Premendo la leva si monta il percussore che rimane bloccato da un cursore; spingendolo la bomba è pronta a lancio; all'interno vi è un miccia di ritardo. Vari modelli da kg 0,5 in su, caricati con acido picrico. 
bomba a mano russa

Bomba a mano sferica francese
 I GM, con guscio di ferro di 8 cm di diametro e peso di circa 1200 g. Viene lanciata trattenendo la cordicella (o strappandola a mano) che tira un filo metallico; questo, per frizione entro l’innesco lo accende e fa bruciare  la miscela a lenta combustione contenuta nel tubo centrale. Questa a sua volta accende una carichetta di polvere da caccia che fa esplodere la polvere da cannone che riempie il guscio (circa 110 g.) Il tempo di ritardo era molto poco preciso.
bomba a mano francese

 

Bommersomme
M. , Armiere del Belgio, 1889
Bonafino
B., Armiere italiano,   Brescia, 1740
Bonasso
Vincenzo, Armiere italiano,    ?, 1660
Bondini Paolo
Armiere italiano dal 1973 a Cesena. 
Bondioli
Giacomo Filippo, Armiere italiano,   Bologna, 1750
Bonetti Emilio
Armiere italiano, esistente dopo II G.M.   
Bonetti
Jacomo, Armiere italiano,   Roma, 1575   -1611
Bonfadino (Bonfadi)
Gio Maria, Armiere italiano,   Brescia, 1660
Bonfadino
Bartolomeo, Armiere italiano,   Brescia, 1632
Bonhomme
F., Armiere del Belgio, 1889 
Bonhomme
Guillaume, Armiere del Belgio, 1870
Bonhomo
Andrea, Armiere italiano,   Tivoli, 1608
Bonilauri
Pietro, Armiere italiano,   Modena, 1851
Boniotti Emilio
Armiere italiano,dal 1960
Bonisolo (Bonizolo)
Antonio, Armiere italiano,   Brescia, 1690
Boniver
Armiere del Belgio, 1889
Bonivers
F. , Armiere del Belgio, 1889
Bonnechere
Joseph, Armiere del Belgio,
Bonneteau
P., Armiere del Belgio e Inventore del Belgio, 1879
Bonomino
Domenico, Armiere italiano,   Brescia, 1635
Bonsang
E., Armiere del Belgio, 1889
Bonsi Ferraglio
Armiere italiano, esistente dopo II G.M. 
Bonsi Giovanni
Armiere italiano, esistente dopo II G.M. 
Bontempo
Enrico, Armiere italiano,   Torino, 1855 (sistema a retrocarica)
Bonus
F, Armiere del Belgio, 1923
Bonzon & Arentz S. & Cie
A.F.G., Fabbricante di armi del Belgio, 1886
Bonzon
J., Armiere del Belgio, 1892

Borchart Hugo
  Ingegnere, naturalizzato americano, nel 1893 mette in commercio la sua pistola semiautomatica. Impiega una cartuccia a bottiglia  simile al 7,63 Mannlicher e che poi porterà al 7,63 Mauser. In America venne chiamata Luger 7,63 mm. rimless perché a presentare l’arma all’esercito americano era stato Luger.  Borchart e Luger erano amici di famiglia, ma Borchart non accettava l’idea che la sua arma fosse migliorabile e così Luger seguì la sua strada personale. La sua arma venne prodotta dalla DWM con il nome di Parabellum; in America però il distributore della DWM continuò a venderla come Luger.

Borchard

Bordoni
Angelo, Armiere italiano,   Brescia, 1850
Borel
Armiere italiano,   Torino, 1800
Borghesi Girolamo
Armiere italiano, esistente dopo il 1960  
Borgognone (Valet)
Giovanni, Armiere italiano,   Brescia, 1595
Borgognone
Antonio, Armiere italiano,   Roma, 1596
Borgognone
Claudio, Armiere italiano,   Roma, 1622
Borgognone
Francesco Gianni, Armiere italiano,   Napoli, 1730
Borgognone
Ponsino di Giovanni, Armiere italiano,   Brescia, 1621
Borguet
H., Armiere del Belgio, 1908
Borio
Domenico,  San Damiano d’Asti,  1858
Borio
Marcellino, Armiere italiano,   Torino, 1858
Boritio
Domenico, Armiere italiano,   Roma, 1671
Boriveri
Domenico, Armiere italiano,   Roma, 1698
Borizi
Armando, Armiere italiano,   Roma, 1692
Bormans
Alphonse, Armiere italiano,   Torino, 1850 (belga)
Borremans
Jean, Armiere del Belgio e Inventore del Belgio, 1873
Boscolo Attilio
Armiere italiano, esistente dopo II G.M. 
Bosisio
M., Armiere italiano,   Roma, 1702
Bosly-Deuse
Fabbricante di armi del Belgio, 1889
Bossi
Giuliano, Roma, 1606,  inventore e scrittore
Bottarelli
Carlo, Armiere italiano,   Brescia, 1660
Bottazzi Luigi
Armiere italiano, esistente dopo II G.M. 
Botti G. Vittorio
Armiere italiano, esistente dopo II G.M. 
Botti
Angelo Michele,  Lumezzane 18° sec.
Botti
Giovanni, Armiere italiano,   Brescia, 1685
Botti
Pietro, Armiere italiano,   Brescia, 1857
Bougnet
J., Armiere del Belgio, 1919
Bouhon
J., Armiere del Belgio, 1864
Boulanger
J., Armiere del Belgio, 1924
Boulanger
Joseph, Armiere del Belgio, 1932
Boulanger-Goffin
J., Armiere del Belgio, 1889
Boulboul
G., Armiere del Belgio, 1889
Boumal
H., Armiere del Belgio, 1870-1891
Bouquette
G., Armiere del Belgio, 1912-1914
Bouquette
R., Armiere del Belgio, 1866-1872
Bourdouxhe
Jules, Armiere del Belgio, 1936
Bourgeois
François, Armiere italiano,   Napoli, 1740
Bourgogne
J.F., Armiere  del Belgio, 1864
Bourgogne
N., Fabbricante di armi del Belgio, 1924
Bourguignon
E., Armiere del Belgio, 1889
Boussard
J., Armiere del Belgio, 1843
Bovroux
A., Armiere del Belgio, 1889 
Bovy
C., Armiere del Belgio, 1887
Bovy
Laurent, Armiere del Belgio, 1866
Bovy
Théodore Joseph, Armiere del Belgio, 1870
Bovy
V., Armiere del Belgio, 1887
Bovy-Dargent
Joseph, Fabbricante dii parti di armi del Belgio, 1812
Bovy-Frenay
G.L., Armiere del Belgio, 1870
Bovy-Palate
Armiere del Belgio, 1952
Bracciolo
Francesco, Armiere italiano,   Roma, 1664
Braconier
Carl, Armiere del Belgio, 1891
Braeckers  Charle& Cie
Fabbricante di armi del Belgio, 1920
Braham
Armiere del Belgio, 1919
Braida
Armiere italiano,   Modena, 1650
Braja
Antonio, Armiere italiano,   Milano, 1796
Braja
Francesco, Armiere italiano,   Milano, 1753
Braja
Gaspare, Armiere italiano,   Milano, 1796
Braka
Armiere del Belgio, 1889
Brambato
Paolo, Armiere italiano,   Roma, 1599
Brambilla
Giannetto, Armiere italiano,   Brescia, 15° sec.
Brambilla
Pietro, Armiere italiano,   Roma, 1573
Branquaert
Louis, Fabbricante di armi del Belgio, 1903
Brasseur
L., Armiere del Belgio, 1889
Brasseur
Ve, Armiere del Belgio, 1889
Braudois
J., Armiere del Belgio, 1889
Brauning
Karl Auguste, Armiere del Belgio e Inventore del Belgio, 1907-1921
Brazzolo (Brazollo)
Gioacchino, Armiere italiano,   Milano, 1692
Brazzolo
Giovanni Maria, Armiere italiano,   Milano, 1698
Bremken & Cie
Fabbricante di armi del Belgio, 1892

Brenneke Wilhelm, 30 marzo 1865 -  4 novembre 1951.   Geniale inventore tedesco che ha contribuito allo storia delle munizioni. Famosi la sua palla per fucile a canna liscia e il proiettile Torpedo-Ideal-Geschoss.

Bresciani Giacomo
Armiere italiano, esistente dopo II G.M. 
Bresiano (Bresciano)
Pietro Antonio, Armiere italiano,   Milano, 1669
Breuer (& Cie)
Eugène, Fabbricante di armi del Belgio, 1860-1891
Brichet
Vari  armieri belgi, , 1857-1891
Briconi Enrico
Armiere italiano, esistente dopo II G.M. 
Bricteux
L., Armiere del Belgio, 1889
Briffoz
J., Armiere del Belgio, 1889
Brignoli Silvio
Armiere italiano dal 1973 a Gardone VT
Britte Ets S.A.
Fabbricante di armi del Belgio, 1924-1949
Britte
Lambert et Théophile, Armiere del Belgios, 1902-1914
Brixhe,  Rondoz & C°
J., Armiere del Belgios, 1924
Broca
N., Armiere del Belgio, 1889
Broda
P., Armiere del Belgio, 1889
Broda-Meys
A., Armiere del Belgio, 11889
Bronckart
A., Armiere del Belgio, 11889
Bronckart
H., Armiere del Belgio, 1889
Bronckart-Renard
P., Armiere del Belgio, 1889
Bronne
 Marie Gustave, Fabbricante di armi del Belgio, 1865-1880
Broqua & Scholberg
Armiere del Belgio, 1891
Broussard
J., Fabbricante di armi del Belgio, 1889
Brouwers
Armiere del Belgio, 1889
Brugmans
A., Armiere del Belgio, 1924
Brunati
Gaetano, Armiere italiano,   Milano, 1828
Brunetti (Brunello)
Luigi, Armiere italiano,   Roma, 1826
Bruni
Girolamo, Armiere italiano,   Gardone V.T. (BS), 1796
Bruni
Pietro, Armiere italiano,   Gardone V.T. (BS), 17° sec.
Bruni
Pietro, Armiere italiano,   Milano, 1796
Brunire
L’acciaio delle armi deve essere protetto per evitarne  corrosione e talvolta per evitare riflessi.
Si ricorre alla brunitura o alla fosfatazione.
La brunitura è un procedimento chimico con cui si crea uno strato di colore nero  inferiore al micron di spessore di vari ossidi. La procedura più comune consiste nel pulire perfettamente l’acciaio ed immergerlo in un bagno di 120-130 gradi per un tempo che va da 10 a 120 minuti a seconda del tipo di acciaio. Il bagno è formato con soda caustica, salnitro, clorato di sodio. Non può essere usato se vi sono saldature a stagno e in tal caso si ricorre alla brunitura applicata a pennello.
Una migliore protezione è data dalla fosfatatura che può avvenire a pennello, a spruzzo, per immersione. Il bagno è formato da sali di stagno, fosfato di manganese ed acido fosforico a temperatura di 20-95 gradi per 5-60 minuti.  Si crea uno strato di fosfato di manganese.

Bruno
forse di Brescia, 1630
Brunori Egidio
Armiere italiano, esistente dopo il 1960
Bruwier
Thomas Joseph, Armiere del Belgio, 1869
Bruwier
Thomas, Armiere del Belgio, 1869-1870
Bruwier-Lejeune
Joseph, Armiere del Belgio, 1910
Bruyere-Soleil
J., Armiere del Belgio, 1889
Buccelleni
Battista, Armiere italiano,   Brescia, 1548
Buccellini (Buccelleni)
Bernardo, Armiere italiano,   Roma, 1573
Buffalo-Dog
Marchio di Massonet-Pascal,  Belgio 1886-1894
Buffoli Carlo
Armiere italiano, esistente dal 1960
Buisseret
Georges, Fabbricante di armi del Belgio, 1905
Bultet-Grosjean
Armiere del Belgio, 1889
Buratti
Domenico, Armiere italiano,   Roma, 1703
Buratti
Lorenzo, Armiere italiano,   Roma, 1701
Burlet
S., Armiere del Belgio, 1873
Burton
J., Armiere del Belgio, 1889
Bury (Donckier)
Jules, Armiere del Belgio, 1896
Bury
F., Armiere del Belgio, 1810
Bussoleri
Battista, Armiere italiano,   Brescia, 1548

 

 


torna su
email email - Edoardo Mori top
  http://www.earmi.it - Enciclopedia delle armi © 1997 - 2003 www.earmi.it