Enciclopedia delle armi - a cura di Edoardo Mori
 Home  Diritto  Armi  Balistica  Scritti vari  Downloads  Links
  Humor

Riduttori di calibro

torna indietro
  back
 
riduttore lungo

Riduttore da 60 cm

 
Per riduttori di calibro si intendono quegli accessori che, inseriti temporaneamente all'interno della canna di un'arma, consentono di spararvi munizioni di calibro inferiore a quello originario. Si distinguono dalle "conversioni" le quali richiedono la sostituzione o l'adattamento di altre parti dell'arma e, in particolare, dell'otturatore. Si distinguono dalle "canne alternative" poiché queste sono previste per essere montate sull'arma in sostituzione di quella originaria.

 
fronte
Il riduttore visto dalla volata

 
Ve ne sono di vari tipi e precisione.

 
coppia
Riduttore da 25 cm e da 60 cm
 
Canna riduttrice
Con questo termine si intendono delle vere e proprie canne e relativa camera di cartuccia, talvolta lunghe quanto la canna dell'arma, entro cui vengono inserite; possono essere ad anima rigata per sparare munizioni a palla, oppure a canna liscia per spararvi munizioni a pallini. Possono essere destinate a fucili a canna liscia o a carabine a canna rigata.
In genere, per ragioni tecniche e di dimensioni, esse sono nei calibri 22 l.r., 22 Magnum, 5,6 Hornet, 5,6 x 50 R Magnum 5,6x52R, 6x70R e persino in 222 Rem.; per uso da bersaglio da sala si trovano canne anche nel calibro 4 mm. Quelle a canna liscia sono in calibro 410.
Il calibro tipico è però il 22 Magnum adatto per animali di piccola taglia fino alla distanza di 120 metri. I bracconieri lo usano anche per il capriolo. Poiché di solito si spara a distanza modeste, si consiglia di tarare l'arma in modo che a 50 metri si abbia un tiro a 3 cm sopra la linea di tiro, il che significa che sarà sul centro del bersaglio ad 80 metri e di 3 cm sotto il centro a 100 metri. E' assolutamente consigliabile tarare la cana per lo specifico tipo di munizione impiegato
Quelle per fucili a canna liscia sono in genere lunghe 20-25 cm. La Krieghof aveva un modello di 44 cm. Quasi tutti i modelli sono costruiti in modo da poter essere rapidamente inseriti nella canna senza particolare aggiustaggio, oltre naturalmente quello richiesto la prima volta, che deve essere fatto da esperto ed in modo accurato. Nei drilling la canna riduttrice viene impiegata nella canna liscia di destra per poter sparare anche con lo Stecher.
La precisione di queste canne è soddisfacente ed è ancora migliore in quelle che sono lunghe quanto l'intera canna originale e quindi possono venir fissate e tarate anche alla bocca. Il peso di queste canne non supera i 300 grammi.
Dalle prove effettuate con canne di 22 e 44 cm si è visto che la precsione è ottima e che non vi è differenza tra i due tipi (a 100 metri 5 colpi in una rosa di 24-55 mm). Sparando cartucce RWS con palla da 2,6 g. che in carabina con canna da 56 cm sviluppano una velocità iniziale di 615 m/s, si sono avuti 604 m/s nella canna da 44 cm e 527 m/s nella canna da 22.
Tra le ditte tedesche produttrici di queste canne ricordo: Walther, Heym, Krieghof (lunga fino a 65 cm.), Voere. Quest'ultima aveva anche un modello specifico per fucili con otturatore Mauser.
 
per pistola
 
Canna riduttrice per pistola

La Walther produce per le pistola una canna riduttrice in calibro 4 mm. In essa viene inserito manualmente un bossolo d'acciaio entro cui è alloggiata la cartuccia in calibro 4 mm.. È possibile una ripetizione manuale con i bossoli nel caricatore, azionando ad ogni colpo il carrello. Un revolver può essere caricato normalmente. Questo sistema ha il difetto di sporcare molto di residui di sparo la canna originaria che può essere riutilizzata solo dopo una pulizia a fondo.
Sono stati fatti esperimenti per valutare il rendimento delle canne riduttrici in cal. 22 l.r. e lunghe 20-25 cm. Con cartucce normali si è misurata una perdita di velocità di soli 3 ms rispetto alla cartuccia sparata con una normale carabina; per munizioni ad alta velocità la perdita è stata di circa 10 ms. Con il calibro 22 magnum si ottiene la ragguardevole velocità di 500 ms.
  Bossolo riduttore
Per tiri ravvicinati e per il colpo di grazia vengono usati, più semplicemente, dei finti bossoli nel calibro originale entro cui è ricavata la camera di cartuccia seguita da una brevissima canna; questa canna può essere rigata oppure liscia (anche se destinata a sparare cartucce a palla). Si consideri che in un bossolo cal. 12 può essere comunque ricavata una canna pari a quella di una pistola tascabile. Esse sono in genere nei calibri 22 e occorre tener conto che la canna dovrà essere eccentrica per consentire la percussione anulare. Vi sono anche riduttori che consentono di sparare nei fucili cal. 12 cartucce a pallini di minor calibro.

Ecco alcuni modelli
 

bossolo1
Per tiri fino a 10-15 metri; si adatta ad armi oltre il cal. 7 mm.
 

sala
Cal. 4 mm per tiro a 5-7 metri al coperto
 

grazia
Per colpo di grazia; dispersione di 35 mm a 5 metri
 


gruppo
 
Riduttori per fucili a canna liscia: 1) cal. 4 mm o 5,6; 2) Cal 9 a pallini, fino a 10 m. 3) A salve

 
liscio
 
Riduttore dal 12 al 16/20/410

 
Diritto
La legge italiana (in sintonia con gli accordi e le direttive europee) ha sempre ignorato questi oggetti che sono quindi consentiti. Essi non sono soggetti ad alcuna normativa, non devono essere punzonati dal Banco di Prova, non debbono recare segni distintivi. Essi non rientrano in alcun modo nel concetto di canna intercambiabile e quindi non vanno immatricolati.
I riduttori non sono parte di arma, ma dei semplici accessori (cioè una cosa avente una propria individualità strutturale, destinata a integrare, variare o migliorare l'uso di altra cosa già di per sé completa). Per comprendere la differenza rispetto alla canna intercambiabile si consideri che questa può essere impiegata solo su uno specifico modello di arma e, talvolta, solo su di una specifica arma; il riduttore invece può essere impiegato su di un numero indefinito di armi purché dello stesso calibro. Chi possiede una canna intercambiabile, può sempre comporre un'arma intera se viene in possesso delle altre parti (ad es. fusto e carrello di una pistola); chi possiede un riduttore non lo può utilizzare se già non dispone di un'arma già di per sé funzionante e completa. Se non si adotta questa interpretazione si dovrebbero considerare parti d'arma anche i cannocchiali e le fondine per pistola!
E' chiaro infine che se qualche dubbio interpretativi potesse sorgere per le can ne riduttrici (devono essere sottoposte al Banco di Prova? Devono essere immatricolate?) nessun dubbio può sorgere per i bossoli riduttori.
Non essendo parti di arma, ma solo degli accessori, sono di libera vendita e non devono essere denunziati. Si consideri invero che quelli costituiti da un bossolo con foratura liscia, possono essere prodotti da chiunque sappia usare trapano e fresa.
Anche legge venatoria italiana li ignora, ma si debbono ritenere proibiti per usi di caccia in Italia se impiegano munizioni il cui calibro non è consentito per le armi da caccia. Sono invece consentiti se in calibro consentito (ad es. in cal. 6,35 per pistola), salvo ovviamente che il calendario venatorio locale non vieti l'impiego di armi a canna rigata.
La mia affermazione che i riduttori non sono parti di armi o canne intercambiali è stata accolta dalla Corte di Appello di Venezia con sentenza 1-6-2001, a conferma di una sentenza del Tribunale di Belluno, con l'affermazione che "deve infatti ritenersi che il meccanismo in questione costituisce un riduttore di calibro e non una canna intercambiabile; il riduttore non aumenta la potenzialità di offesa". Quindi, oltre a stabilire che non era parte d'arma, ha anche stabilito che non costituisce alterazione di arma il montare un riduttore. Affermazione ovvia poiché non viene alterata alcuna meccanica dell'arma, requisito essenziale per aversi l'alterazione in caso di modifica della potenza.
Ad ogni modo chi vuole essere al sicuro da contestazioni non ha altro da fare che denunziare il riduttore che sicuramente può essere acquistato da chi ha licenza di porto d'armi e che gli armieri possono vendere caricandolo sul loro registro anche se ciò non sarebbe prescritto.

Per chi volesse effettuare ricerche in Internet, i termini da inserire nel motore di ricerca sono i seguenti.
Tedesco: Canna riduttrice, Einstecklauf; Bossolo riduttoro, Reduzierpatrone
Inglese: Canna riduttrice, Insert barrel; Bossolo riduttore, Chamber adapter
Francese: Tube reducteur



torna su
email email - Edoardo Mori top
  http://www.earmi.it - Enciclopedia delle armi © 1997 - 2003 www.earmi.it