Enciclopedia delle armi - a cura di Edoardo Mori
    torna indietro
 

Home > Menu 1 > Sottomenu > Documento

back

Impronte di sottoclasse alla prova dei fatti (Biagio Manetto)

Riporto qui un interessante studio fatto dal perito Biagio Manetto della provincia di Messina in merito al fatto che i bossoli, e nel caso di specie gli inneschi, di una cartuccia possono recare di segni derivanti dalle macchine utensili che sono servite a produrli o a caricarli (o ricaricarli), i così detti “segni di sottoclasse”. Questi segni sono ovviamente identici e comparabili e non vanno mai confusi con i segni lasciati dal arma al momento dello sparo.
Lo stesso fenomeno si riscontra anche sulle rigature di canne prodotte con gli stessi attrezzi.
Questi segni possono essere fonte di errore per un perito balistico non esperto perché da soli hanno ben scarso significato probatorio. Nello studio in esame questi avrebbe potuto pensare che due bossoli recanti comparabili segni di sottoclasse fossero stati sparati dalla stessa arma. Nel caso di canne rigate si potrebbe collegare il proiettile ad un’arma dello stesso modello di quella che ha sparato, ma che nulla ha a che vedere con il caso. In una perizia sempre si deve aver riguardo al complesso di segni lasciati e non soltanto ad alcuni di essi.
Nel caso di cartucce ricaricate questi segni possono essere più significativi in quanto possono servire a ricollegare un bossolo ad uno specifico attrezzo da ricarica. Non va infatti dimenticato che il raffronto dei bossoli dei proiettili non è altro che un ramo particolare della ricerca dei toolmarks lasciati da attrezzi o dall’arma.

Ecco il testo della relazione in PDF


torna su
email email - Edoardo Mori top
  http://www.earmi.it - Enciclopedia delle armi © 1997 - 2003 www.earmi.it