Enciclopeia delle armi - a cura di Edoardo Mori
 Home  Diritto  Armi  Balistica  Scritti vari  Downloads  Links
  Humor

Pericoli in caso di incendio di polveri o munizioni

torna indietro
  back
  L'esperienza insegna che il pericolo rappresentato da munizioni o loro componenti in caso di incendio è estremamente ridotto. Sicuramente in una abitazione o in un garage costituiscono un pericolo maggiore i recipienti contenenti sostanze infiammabili e tutte le bombolette sotto pressione.

Unica eccezione è costituita dalla polvere nera che può dar luogo a vere e proprie esplosioni. Invece la polvere da sparo infume si limita a bruciare e lo sviluppo dei gas può portare ad esplosione dei recipienti in cui essa è contenuta, solo se essi sono molto resistenti, così che si crei in esso in eccesso di pressione. La polvere va quindi sempre conservata nei contenitori in cui viene venduta, di sottile lamierino.

La polvere e le munizioni non devono perciò essere chiuse in armadi blindati (come purtroppo spesso impongono le questure e i vigili del fuoco!) perché il vero pericolo è rappresentato proprio da questi, che potrebbero esplodere. In genere è consigliabile conservare questi prodotti in armadi di robusto legno che, in caso di incendio sviluppatosi nell'ambiente, isolano dal calore per un tempo sufficiente a consentire lo spegnimento dell'incendio. Altrettanto utile può essere un vecchio frigorifero con chiusura magnetica della porta: isola anch'esso il contenuto dal calore e, se questo diventa eccessivo e riesce ad incendiare la polvere, la pressione dei gas apre la porta.

Gli esperimenti compiuti da più parte dimostrano che le munizioni cariche non scoppiano cumulativamente (salvo casi anomali di intasamento), ma singolarmente con proiezione del proiettile, assolutamente non pericolosa, dell'innesco e talvolta di frammenti di bossolo a due o tre metri di distanza. Le schegge di bossolo possono provocare ferite in quanto taglienti. L'innesco può essere proiettato con notevole forza a 4 o 5 metri di distanza e può ferire.

Tra i vari componenti di cartuccia, gli inneschi sono i prodotti a cui fare maggiore attenzione. Gettati nel fuoco possono venire proiettati con notevole forza fino a 4 o 5 metri di distanza; se chiusi sfusi in un recipiente, possono esplodere cumulativamente con proiezione pericolosa di frammenti del recipiente e con una certa onda d'urto. Gli inneschi vanno perciò sempre conservati nei contenitori in cui sono venduti e studiati apposta per separarli l'uno dall'altro.

La polvere nera va conservata separatamente dagli altri prodotti, possibilmente divisa in piccoli quantitativi e in recipienti di debolissima resistenza,

Polveri che si siano alterate vanno maneggiate con cautela ed eliminate al più presto.


torna su
email email - Edoardo Mori top
  http://www.earmi.it - Enciclopedia delle armi © 1997 - 2003 www.earmi.it