Enciclopedia delle armi - a cura di Edoardo Mori
    torna indietro
 

Home > Menu 1 > Sottomenu > Documento

back

Come denunziare armi e munizioni - Modello

È un momento di notevole confusione nella presentazione di denunzie di armi o di munizioni perché sia la Polizia di Stato che i Carabinieri vogliono forzare il cittadino a compilare il loro modulo predisposto per il sistema informatico. Purtroppo questi moduli sono inadeguati e spesso sbagliati. Come sempre chi li ha predisposti non era all'altezza della situazione e non si rendeva conto che le informazioni che servono alla pubblica amministrazione per il controllo delle armi non sono le stesse che servono al cittadino per mettersi in regola con la legge.
   Si prenda ad esempio il modulo della polizia di Stato:
- esso è configurato come se le munizioni fossero sempre collegate ad un'arma;
- manca lo spazio per denunziare munizioni non collegate ad un'arma;
- viene richiesto di indicare l'ex numero di catalogo ormai abolito;
- non viene richiesto di indicare il numero di colpi, ora importante;
- non viene richiesto di indicare la categoria europea;
- non è prevista la denunzia di parti d'arma;
- non è prevista la denunzia dei caricatori;
- non è prevista l'indicazione se si tratta di arma antica o comune, da caccia o sportiva, da fuoco o ad aria compressa (lo spazio c'è, molto ristretto, ma al cittadino devono essere indicate le varie alternative).
   Mi dicono, ma non ho elementi precisi, che il programma dei carabinieri è diverso da quello della polizia e che presenta analoghi problemi.

   È chiaro che un sistema di questo genere può andare bene per la PS a cui in sostanza basta poter abbinare una matricola a un detentore, ma non va assolutamente bene per il privato il quale ha la necessità di dover dimostrare in ogni momento di aver fatto una denunzia assolutamente esaustiva che non lasci dubbi su ciò che detiene e che consente di identificare con sicurezza l'arma e di valutare, ad esempio, se un cittadino deve richiedere licenza di collezione, quali armi possono essere inserite nella carta europea, quali munizioni può detenere se ha armi in collezione, eccetera (tutte cose che l'Ufficio avrebbe interesse a controllare in base alla denunzia stessa!)
   Quindi il cittadino ha tutto il diritto di presentare la denunzia nella forma e contenuto che lui ritiene più opportuno, aggiungendo tutte quelle informazioni che il programma ufficiale si rifiuta di ricevere.
   Il cittadino sarà tenuto a compilare il modulo ufficiale per facilitare il lavoro di inserimento informatico dei dati, ma nessuno gli può togliere il diritto di comunicare all'ufficio di PS tutto ciò che ritiene utile al fine di evitare future contestazioni.
So già che vi sono delle teste di cavolo che si rifiuteranno ostinatamente di ricevere e di timbrare atti diversi dal modulo ufficiale. In questo caso non rimane che di consegnare il modulo portandosi a casa l'originale timbrato e poi di spedire la denunzia che si ritiene utile fare a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno, allegando fotocopia di un documento di identità con firma, oppure a mezzo PEC per chi ne dispone. In questo caso si deve allegare la denunzia in formato pdf, firmato dall'interessato e una fotocopia di un documente di identità su cui sia apposta la stessa firma (di solito da carta di identità).
E' il caso di ricordare che è sempre vigente l'art. 35, comma 2, d.l.vo 33/2013 (una delle tante leggi sulla trasparenza; questa del governo Monti) il quale stabilisce che "l'amministrazione non può respingere l'istanza adducendo il mancato utilizzo dei moduli o formulari o di atti o documenti..."

Suggerisco di allegare una lettera del seguente tenore: Vi invio l'allegata elencazione delle armi e munizioni da me detenute presso il mio domicilio  in quanto il modulo per l'inserimento in banca dati non consente di indicare tutti i dati relativi ad esse, cosa che potrebbe creare qualche problema di identificazione, specialmente in caso di furto o di controllo.

Sono sorti dubbi su come denunziare i caricatori i caricatori; è un problema che deriva dalla confusione fatta dal legislatore e dalla scarsa conoscenza dei caricatori. Ci sono molti caricatori che vanno su più armi,  talvolta è difficile indicare il calibro (quello per il 9 para spesso va bene anche per il 9x21 ed anche per il 9 corto), talvolta è difficile indicare il numero di colpi (rovinando un po’ la molla talvolta ce ne sta uno in più). Quindi è inutile essere troppo precisi nella denunzia in quanto di fronte ad un caricatore isolato, è ben difficile dire a quale arma appartenga. Conviene indicare un calibro generico (ad es. 9 mm) e, se lo si sa con certezza un'arma su cui possono essere usati (se poi li si può usare anche su altre armi, poco male). In caso non ci si orienti  sul numero dei colpi, conviene indicare lunghezza del caricatore.
Ovviamente si può anche scrivere  che si ha solo una collezione di caricatori, che non si sa di che calibro e per che arma esattamente siano e che nella denunzia si possono indicare solo le dimensioni del caricatore ed allegare eventualmente delle foto. 
Come è stata impostata la legge non è necessario indicare su quale arma si vuole  utilizzare il caricatore perché esso è qualificato come accessorio  e non come parte e quindi può, per sua natura, funzionare su più armi dello stesso modello o di diverso modello; la denunzia serve solo per far sapere alla PS che si detengono dei caricatori non a norma (cosa che proprio non interessa a nessuno e su cui non val la pena di perdere tempo!).

Ho qui predisposto un modulo che può servire di riferimento per fare una denunzia come si deve.

Modello per denunzia di arma

Denunzia di acquisto e detenzione di arma
Alla Stazione Carabinieri di . . . oppure Alla Questura / Al Commissariato di . . .
Il sottoscritto XXX YYY, nato a ... il ... e residente a . . . (prov . . . ) in via . . .
Cod. Fisc.
comunica di detenere le seguenti armi / parti di arma/ caricatori (al singolare, se del caso) e/o munizioni.
1)

  1. Tipo (pistola semiautomatica, pistola a colpo singolo, pistola lanciarazzi, rivoltella, fucile a canna liscia o rigata a colpo singolo, a ripetizione manuale, semiautomatico, fucile a canna liscia a canne sovrapposte o affiancate, semiautomatico, fucile combinato, a pompa, ad aria a gas compressi; per le armi bianche indicare solo la tipologia; per le armi antiche indicare se ad avancarica o retrocarica)
  2. Marca e Modello
  3. Calibro (se combinato indicare i due calibri) e numero colpi
  4. Matricola (se privo di matricola indicarne il motivo (ad es. anteriore al 1920)
  5. Tipologia (arma antica o arma comune; comune da caccia, comune sportiva)
  6. Categoria Europea: (B7, C1,  C2 ….)

2) (ripetere per le armi ulteriori)
L'arma 1) … mi è stata ceduta dal Sign. ... (generalità complete con indirizzo) che l’aveva denunziata presso la Stazione Carabinieri di . . . oppure la Questura di ... , come da sua dichiarazione che si allega (non è essenziale; se acquistata in armeria unire dichiarazione dell'armiere; se del caso indicare che l'arma è stata rinvenuta o ereditata e relative comunicazioni fatte).
Il sottoscritto è titolare di licenza di porto d’armi nr .. rilasciata dalla questura di .. . oppure di Nulla osta all’acquisto rilasciato dalla questura di . . . che si allega.
Dichiaro inoltre che già detengo presso la mia abitazione sopra indicata le seguenti armi: (copiare elenco dalla precedente denunzia; allegare copia della licenza di collezione)
Dichiara inoltre di detenere le seguenti altre armi al/ai seguente/i indirizzo/i ... e già denunziate all'Ufficio competente per territorio:
(copiare elenco armi da precedenti denunzie).
Dichiara di detenere i seguenti caricatori soggetti a denunzia:
- Caricatore per fucile/pistola (marca-modello-calibro se noti) con capacità di circa xx colpi (oppure indicare le misure)
Dichiara di detenere le seguenti canne alternative:
- Canna per fucile/pistola (marca – modello-calibro) lunga cm      in calibro xxxx

Denunzia inoltre la detenzione delle seguenti munizioni cariche e delle seguenti polveri
Nr.      cartucce cal.  xxxx per arma corta  (ripetere per i diversi calibri)
Nr.       cartucce cal. xxxx per arma lunga (ripetere per i diversi calibri)
Grammi … di polvere da sparo
Nr. xxx artifici pirotecnici di cat. ….
Acquistate  da …. come da dichiarazione allegata
NOTE (inserire  osservazioni particolari; ad es. che un'arma è di cat. B7, ma che può ancora esser detenuta fra le armi da caccia, ecc.).

Luogo, data e firma
La presente denunzia è stata depositata oggi alle ore … in questo Ufficio il quale ne trattiene copia. 
Luogo, data e Timbro dell’Ufficio

 NB: Non è necessario allegare la precedente denunzia dell'arma acquistata; non si devono riconsegnare le denunzie precedenti; non è necessario indicare numero di catalogo o numero di classificazione del Banco di prova).

 


torna su
email email - Edoardo Mori top
  http://www.earmi.it - Enciclopedia delle armi © 1997 - 2003 www.earmi.it